Il 15 Giugno 2021 si celebra il 157° anniversario dalla nascita di Croce Rossa Italiana.

Il 15 giugno 1864 segna infatti la nascita del primo comitato de ”l’Associazione Italiana per il soccorso dei feriti e dei malati in guerra”, costituitosi a Milano quando il Dottor Cesare Castiglioni, medico e filantropo, scelse di aderire al “Comitato Internazionale per il soccorso ai feriti e ai malati in tempo di guerra”, nato un anno prima a Ginevra dall’ideale di Henry Dunant, padre fondatore del Movimento Internazionale di Croce Rossa. Il Dottor Castiglioni fu il primo presidente di Croce Rossa Italiana, la quale aveva originariamente sede a Milano; egli seppe coniugare la medicina sociale, che caratterizzò la seconda metà dell’ottocento, e la filosofia umanitaria di Henry Dunant, i cui ideali ispirarono l’intera opera di Croce Rossa. L’ideale che guidò Castiglioni nella fondazione di Croce Rossa Italiana, fu perciò il raggiungimento di una cooperazione fra civili e militari nel soccorso ai feriti di guerra. Una data di estrema importanza nella storia di Croce Rossa Italiana è quella del 22 Agosto 1864; in questa data viene infatti sottoscritta anche dall’Italia la convenzione di Ginevra, sancendo così la neutralità delle strutture e del personale sanitario. Inoltre, l’11 dicembre 1864 si tenne a Milano un congresso per l’approvazione di uno speciale regolamento, che definiva il Comitato Milanese come Comitato Centrale per il coordinamento delle attività dei nuovi comitati che andavano costituendosi nel territorio italiano. Ad oggi, Croce Rossa Italiana si costituisce come associazione di volontariato di diritto privato di interesse pubblico, senza scopo di lucro; essa ha per obiettivo, in tempo di pace, di recare assistenza alla popolazione, soprattutto la più vulnerabile. La sua opera riguarda infatti la tutela della salute, l’inclusione sociale, la diffusione di principi e valori umanitari, l’inclusione dei giovani, la formazione e lo sviluppo di tematiche legate ai cambiamenti climatici, le migrazioni. In caso di conflitto, si occupa di mettere a disposizione mezzi e personale allo scopo di curare i feriti allestendo ospedali da campo, o postazioni di pronto soccorso; si occupa inoltre della ricerca dei dispersi e dello scambio di corrispondenza, nonché di ricongiungimento familiare.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy link
Powered by Social Snap